Il Comune di Trebisacce apre un concorso per l’assunzione di un Istruttore Direttivo di Vigilanza

Trebisacce, il paese calabrese, necessita un Istruttore Direttivo di Vigilanza da assumere a tempo part-time e indeterminato

È stato indetto un nuovo concorso pubblico per esami nella regione Calabria, precisamente dal Comune di Trebisacce (CS), con lo scopo di reclutare un Istruttore Direttivo di Vigilanza da assumere, con contratto di lavoro a tempo parziale e indeterminato, in Cat. D, posizione economica D1.

Selezioni

Le selezioni dei candidati al concorso verranno svolte tramite il superamento di due prove scritte e una orale, consistenti nei seguenti argomenti:

  • elementi di diritto degli Enti Locali
  • ordinamento e funzioni della Polizia Locale
  • illeciti amministrativi e sistema sanzionatorio
  • legislazione in materia di circolazione stradale
  • norme in materia di commercio ed attività produttive
  • polizia amministrativa e di sicurezza
  • elementi di legislazione urbanistica, edilizia ed ambientale
  • diritto e procedura penale con particolare riferimento alle qualifiche ed alle attività di polizia giudiziaria e ai reati contro la Pubblica Amministrazione
  • diritto Amministrativo
  • diritto degli Enti locali – T.U. 267/2000 Codice di Comportamento dei Dipendenti Pubblici

Inoltre, nel caso in cui i candidati fossero più di 200 è prevista una prova di preselezione, consistente in un test a risposta multipla su tutte le materie previste per le prove d’esame, volta a limitare l’ammissione alle prove concorsuali ad un numero predeterminato di candidati.

Requisiti richiesti

Il concorso è aperto a coloro che possiedono i seguenti requisiti generali:

  • Cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’UE oppure appartenente ad altra categoria prevista dal bando
  • Età non inferiore agli anni diciotto alla data di scadenza del bando
  • Possedere i requisiti previsti dalla legge quadro nr. 65/1986 art. 5 comma 2 per i conferimento della qualifica di Agente di Pubblica Sicurezza
  • Non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo e non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione
  • Non essere stati dichiarati decaduti per persistente insufficiente rendimento, o non essere stati dichiarati decaduti da un pubblico impiego ai sensi dell’art. 127, comma 1-lett. d) del D.P.R. 10 gennaio 1957, n, 3 e successive modifiche ed integrazioni, nonché non essere stati collocati a riposo, ai sensi della legge 24 maggio 1970, n. 336 e successive modificazioni ed integrazioni
  • Non essere stati interdetti dai pubblici uffici in base a sentenza passata in giudicato
  • Per i concorrenti di sesso maschile (nati entro il 31.12.1985), essere in posizione regolare con gli obblighi di leva
  • Idoneità psico-fisica alle mansioni da svolgere
  • Titolo di studio: per i laureati del vecchio ordinamento, laurea quadriennale in Giurisprudenza, Scienze Politiche, Economia e Commercio ed equipollenti a norma di legge. Per i laureati del nuovo ordinamento, laurea specialistica nelle stesse discipline di cui sopra ed equipollenti a norma di legge

È anche necessario possedere i seguenti requisiti specifici:

  • Non trovarsi nella condizione di disabile di cui alla legge n. 68/99 (art. 3 comma 4)
  • Assenza di impedimento al porto o all’uso delle armi
  • Non essere obiettori di coscienza, o per coloro che sono stati ammessi a prestare servizio civile come obiettori di coscienza, essere collocati in congedo da almeno 5 anni e aver rinunciato definitivamente allo status di obiettore di coscienza, avendo presentato dichiarazione all’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile, così come previsto dall’art. 15 comma 7 ter della Legge 230/98, introdotto dall’art.1 comma 1 della Legge 130/2007
  • Possesso di requisiti visivi e uditivi indicati nel bando
  • Adeguata capacità degli arti superiori e della colonna vertebrale per il potenziale maneggio sicuro dell’arma
  • Assenza di alterazioni neurologiche che possano interferire con lo stato di vigilanza o che abbiano ripercussioni invalidanti di carattere motorio, statico o dinamico
  • Assenza di disturbi mentali, di personalità o comportamentali
  • Patente di guida di cat. A e B

Candidatura

Tutti gli interessati al concorso per Istruttore Direttivo di Vigilanza a Trebisacce (CS), possono candidarsi entro le ore 12:00 del 5 Ottobre 2017 inviando la domanda di partecipazione in una delle seguenti modalità:

  • Lettera raccomandata con avviso di ricevimento al Comune di Trebisacce – Piazza della Repubblica – 87075 – Trebisacce (CS)
  • Consegna diretta a mano all’Ufficio Protocollo dell’ente nei seguenti orari: 8,30 – 14,00 di tutti i giorni lavorativi ed giovedì dalle 15.30 alle 18,00, escluso il sabato
  • Mediante invio con posta elettronica certificata da casella personale all’indirizzo PEC protocollo.comune.trebisacce@pcert.postecert.it

Inoltre bisognerà allegare alla domanda anche la seguente documentazione:

  • Copia del documento di riconoscimento in corso di validità
  • Curriculum formativo e professionale, datato e sottoscritto
  • Dichiarazione sui titoli professionali posseduti

Per conoscere qualsiasi informazione è possibile consultare il Bando o visitare il sito ufficiale del Comune di Trebisacce.

Visita la sezione Concorsi del nostro sito per conoscere altri concorsi disponibili.

Autore dell'articolo: Elisa

Lascia un commento