Indetto concorso pubblico nelle Marche per Collaboratori Tecnici Professionali – Ingegneri

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

L’ente ARPAM apre le selezioni per assumere 2 collaboratori tecnici professionali – ingegneri per l’ambiente ed il territorio ad Ancona

L’ARPAM, ente di diritto pubblico delle Marche, con sede ad Ancona, che svolge attività tecnico-scientifiche connesse all’esercizio delle funzioni di interesse regionale, in particolare prestazioni e servizi in molteplici campi di azione a supporto di Regione, ha indetto un nuovo bando pubblico con l’obiettivo di assumere, con contratto di lavoro a tempo pieno e indeterminato, due collaboratori tecnici professionali – ingegneri per l’ambiente ed il territorio – Cat. D. Un posto però è riservato ai volontari delle FF.AA.

Selezioni

Le selezioni dei candidati saranno svolte attraverso il superamento di tre prove d’esame, scritta, pratica ed orale, consistenti sui seguenti argomenti:

  • Tecnologie impiantistiche, con particolare riguardo ai sistemi di abbattimento delle emissioni gassose ed agli impianti di trattamento dei rifiuti
  • La V.I.A. e le autorizzazioni ambientali quali procedure per il rispetto degli ecosistemi e la salvaguardia ambientale
  • Modellistica ambientale con particolare riferimento agli inventari emissivi e a quanto necessario per integrare valutazioni di qualità dell’aria, anche a scopi di V.I.A. e di V.A.S.
  • Energia e inquinamento ambientale, con particolare riferimento a recupero termico da rifiuti
  • Sistemi di gestione ambientale
  • Rete di monitoraggio della qualità dell’aria: pianificazione delle attività di monitoraggio e controllo
  • Problematiche ambientali relative all’amianto
  • Normativa comunitaria, statale e della Regione Marche in campo ambientale, con particolare riferimento al D.Lgs. 152/2006 e alle norme riguardanti gli argomenti elencati
  • Conoscenza delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse e della lingua straniera, almeno a livello iniziale

Nel caso si dovessero presentare 150 domande, l’ente proporrà una preselezione che tende ad accertare l’attitudine a svolgere le mansioni del profilo a concorso.

Requisiti

Per partecipare al concorso bisognerà possedere i seguenti requisiti:

  • Cittadinanza italiana o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea o altre categorie previste dal bando
  • Idoneità fisica all’impiego
  • Godimento dei diritti civili e politici. Non possono accedere all’impiego coloro che siano stati esclusi dall’elettorato politico attivo
  • Non essere stati destituiti dall’impiego, dichiarati decaduti, dispensati o licenziati disciplinarmente da una pubblica amministrazione:
  • Condanne penali: salvo i casi, stabiliti dalla legge, per alcune tipologie di reati che escludono l’ammissibilità all’impiego, l’Agenzia si riserva di valutare, a proprio insindacabile giudizio, l’ammissibilità all’impiego di coloro che abbiano riportato condanna penale irrevocabile alla luce del titolo del reato, dell’attualità, o meno, del comportamento negativo in relazione alle mansioni della posizione di lavoro messa a selezione
  • Conoscenza di almeno una lingua straniera, almeno a livello iniziale, a scelta del candidato tra: inglese e francese
  • Conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse
  • È necessario avere raggiunto la maggiore età e non avere raggiunto il limite massimo per il collocamento a riposo d’ufficio
  • Abilitazione all’esercizio della professione

Bisognerà possedere inoltre i seguenti titoli di studio:

  • Diploma di laurea in Ingegneria per l’ambiente e il territorio di cui all’ordinamento previgente al D.M. 509/99
  • Laurea Specialistica o Laurea Magistrale in una delle seguenti classi determinate rispettivamente ai sensi del D.M. 509/99 e del D.M. 270/04 ed equiparate al suddetto titolo di studio in base al D.M. 09.07.2009 (G.U. n.233 del 07/10/2009): classe 38/S – Ingegneria per l’ambiente e il territorio; classe LM-35 ingegneria per l’ambiente e il territorio
  • Laurea Triennale (L) in una delle seguenti classi determinate ai sensi del DM 509/909 o del D.M. 270/2004: classe 8 -Laurea in ingegneria civile e ambientale, riclassificata L-7 ingegneria civile ambientale

Candidatura

Per candidarsi al concorso pubblico per Ingegneri Tecnici nelle Marche, entro il 24 Luglio 2017 gli interessati dovranno inviare la domanda di partecipazione (presente nel bando) al Direttore Generale dell’ARPAM – Sede Centrale – Via Ruggeri, 5 – 60131 – Ancona, in una delle seguenti modalità:

  • Via mail da casella personale di posta elettronica certificata all’indirizzo PEC arpam@emarche.it
  • A mezzo posta raccomandata con avviso di ricevimento
  • Direttamente a mano all’Ufficio Protocollo dalle 9:00 alle 12:00 dal lunedì al venerdì

Alla domanda di partecipazione dovranno allegare anche i seguenti documenti:

  • Documentazione relativa al possesso di titoli (di carriera, di studio, ecc.) che si ritiene opportuno far valere ai fini della valutazione di merito e della formazione della graduatoria
  • Curriculum formativo e professionale
  • Elenco in carta semplice dei documenti e dei titoli presentati
  • Copia fotostatica di un documento di identità in corso di validità
  • Ricevuta del versamento di € 10,00, a titolo di contributo di partecipazione al concorso

Per maggiori informazioni relative al concorso, è possibile leggere il bando o visitare il sito ufficiale di ARPAM.

Visita la sezione Concorsi del nostro sito per conoscere altri concorsi disponibili.

Autore dell'articolo: Elisa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *