Lavoro all’estero: nuove assunzioni per 10 Assistenti Idraulici nell’isola di Malta

Eures Puglia seleziona Assistenti Idraulici con esperienza da assumere con contratto a tempo indeterminato

Disponibile una nuova importante opportunità di lavoro all’estero, di preciso nell’isola di Malta, per chi è interessato ad intraprendere un’esperienza lavorativa all’estero come Assistente Idraulico per conto di un’azienda di manutenzione, che è alla ricerca di un nuovo personale da assumere formato da 10 persone. A gestire le selezioni dei candidati si occuperà il portale Eures Puglia, rete di formazione a livello europeo che ha lo scopo di fornire servizi ai lavoratori e ai datori di lavoro.

Lavoro per Assistente Idraulico a Malta

Le risorse scelte da Eures Puglia verranno assunte con contratto di lavoro a tempo indeterminato e riceveranno una retribuzione che parte da un minimo di 5 fino ad un massimo di 10 € all’ora, a seconda dell’esperienza e delle competenze. Inoltre per il lavoro è previsto un rimborso delle spese di viaggio dopo il sesto mese di lavoro e l’aiuto per la ricerca di un alloggio che sarà fornito direttamente dal datore di lavoro, almeno per i primi tempi.

Requisiti

Gli idraulici che desiderano partecipare alle selezioni devono possedere i seguenti requisiti:

  • Pregressa esperienza di almeno 1 o meglio se 2 anni di lavoro nel settore
  • Buona conoscenza della lingua inglese (che sarà testata durante il colloquio)

Candidatura

Coloro che vogliono candidarsi per lavorare nell’impresa di manutenzione sull’isola di Malta, possono farlo entro il 21 ottobre 2016 inoltrando il proprio Curriculum Vitae ed una breve lettera di presentazione direttamente all’indirizzo email eures.recruitment.jobplus@gov.mt, indicando nell’oggetto della email la dicitura “Assistant Plumbers/Eures Puglia”.

Per ricevere tutte le informazioni relative all’offerta di lavoro è possibile leggere l’ANNUNCIO pubblicato da Eures Puglia.

Visita la sezione Lavorare All’Estero del nostro sito per conoscere altre offerte disponibili sui lavori all’estero.

Autore dell'articolo: Elisa

Lascia un commento