Nuove opportunità di tirocinio e lavoro per giovani presso i supermercati Famila in Sicilia

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

Famila cerca giovani tra i 18 e i 21 anni con o senza esperienza, da inserire nei punti vendita attraverso tirocini

Nuove opportunità di lavoro nella Grande Distribuzione Organizzata in Italia: l’offerta di lavoro arriva dalla società Famila, catena italiana di supermercati e ipermercati nata a Bolzano nel 1984 dal Gruppo Selex, la quale è presente in Italia principalmente in Lombardia, Piemonte, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Toscana, Emilia Romagna, Marche, Umbria, Molise, Campania, Puglia, Calabria e Sicilia.

Offerte di lavoro in Famila

La famosa catena di supermercati al momento è alla ricerca di giovani candidati anche senza esperienza, da poter inserire attraverso tirocini con successive assunzioni presso i propri supermercati situati in Sicilia. Per i migliori stagisti sono previste assunzioni con un contratto di lavoro stabile in Famila, anche con ruoli di responsabilità presso i reparti nei quali si sono formati.

Le selezioni sono aperte a stagisti da inserire nei reparti di Macelleria, Ortofrutta, Pescheria, Gastronomia e Salumi e Latticini, presso i punti vendita Famila della società Roberto Abate S.p.A.

Requisiti

Per potersi candidare alle offerte di lavoro, bisognerà possedere i seguenti requisiti:

  • Avere un’età compresa tra i 18 e i 21 anni
  • Essere di bella presenza
  • Possedere buone doti comunicative e relazionali

Come candidarsi

Tutti i giovani che sono interessati alle nuove opportunità di lavoro di Famila in Sicilia, possono candidarsi attraverso la PAGINA DEDICATA sul sito della società, dove è possibile conoscere tutti i dettagli delle offerte e rispondere agli annunci interessati inviando il proprio Curriculum Vitae.

Visita la sezione Offerte Di Lavoro del nostro sito, per conoscere altre offerte disponibili sulle grandi distribuzioni.

Autore dell'articolo: Elisa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *