Offerta di lavoro per Addetti al reparto pescheria da assumere nei supermercati Conad in Umbria

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

Conad cerca figure con esperienza pregressa di almeno un anno, per assumerle nei reparti pescheria dei propri punti vendita

In Umbria è disponibile una nuova opportunità di lavoro nella grande distribuzione organizzata: Conad, famosa società cooperativa con sede centrale a Bologna formata attualmente da 8 cooperative di dettaglianti e attraverso di esse opera in tutte le regioni italiane, cerca nuovo personale da assumere in particolare nei reparti pescheria presenti all’interno dei propri supermercati situati in Umbria.

Offerta di lavoro in Conad

Nello dettaglio, ad aprire le nuove selezioni per poter lavorare in Conad, è PAC 2000A, cooperativa di dettaglianti che fa parte di Conad, situata nella zona industriale di Ponte Felcino (Perugia), aderente al Consorzio Nazionale Conad che opera in Umbria, Lazio, Campania e Calabria.

Le nuove figure che verranno selezionate per inserimento immediato nella propria rete vendita nell’area Umbria, dovranno occuparsi della preparazione del prodotto nel banco, servizio ai clienti diretto, prezzatura della merce con uso della bilancia, pulizia del pesce nel caso di necessità.

Requisiti

Per potersi candidare per poter lavorare in Conad, le figure interessate dovranno possedere solo una precedente esperienza nella mansione di almeno un anno, preferibilmente nella Grande Distribuzione Organizzata.

Come candidarsi

Gli interessati alle selezioni Conad in Umbria per lavorare come Addetto al reparto pescheria, potranno candidarsi all’offerta di lavoro tramite la pagina dedicata sul sito ufficiale di Conad, dove è possibile inviare online il proprio Curriculum Vitae tramite il form online “Candidati per questa posizione”.

Visita la sezione Offerte Di Lavoro del nostro sito per conoscere altre offerte disponibili sulle grandi distribuzioni.

Autore dell'articolo: Elisa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *